Black out in Emilia: la storia si ripete ma Enel non ha imparato dagli errori del passato

Vota questo articolo
(0 Voti)

neve

Già tre anni fa gli abitanti rimasero isolati per colpa del maltempo e della rete che non resse alla neve

 



Bologna, 11 febbraio 2015 – Oltre 200mila persone nella provincia di Reggio Emilia e Bologna sono rimaste negli ultimi giorni o isolate o colpite da forti disservizi della rete elettrica. Il motivo è la forte nevicata dei giorni scorsi. Per la popolazione si tratta della ripetizione di un incubo già vissuto nel 2012. Anche allora gli abitanti delle zone più lontane dalle città rimasero isolati, i collegamenti telefonici furono interrotti e le emergenze sanitarie si moltiplicarono drammaticamente. I disservizi furono imputati così come questa volta a Enel e alla sua incapacità negli anni di gestire la rete e preservare la sicurezza dell’infrastruttura.

“CODICI è stata l’unica associazione dei consumatori che è andata avanti nella class action contro l’operatore per i danni subiti – commentano Ivano Giacomelli, Segretario Nazionale CODICI e Fausto Pucillo, Segretario CODICI Emilia Romagna -. Le altre associazioni hanno infatti preferito trattare subito un rimborso forfettario”.

“Fra le segnalazioni che abbiamo raccolto, ci sono le traversie vissute da un anziano abitante di Lagaro, una località dell’Appennino bolognese, malato di Parkinson, che per due giorni non ha avuto né luce né riscaldamenti”.

“Invitiamo tutti i cittadini, non appena le emergenze più gravi saranno esaurite,  a denunciare  le disavventure trascorse in questi giorni, scrivendo a Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo. ”.

 

Letto 3186 volte
codici-dacci-il-5