Giovedì, 09 Novembre 2017 19:57

Fatturazione a 28 giorni Codici: dal Ministro Calenda parole incoraggianti ma non ancora sufficienti

Vota questo articolo
(0 Voti)

L’emendamento al decreto legge fiscale, depositato in commissione Bilancio al Senato dal Pd, ricalca la proposta della deputata Alessia Morani

L’emendamento al decreto legge fiscale, depositato in commissione Bilancio al Senato dal Pd, ricalca la proposta della deputata Alessia Morani,

ed è teso a riportare l'obbligo della fatturazione dei servizi su base mensile, a rafforzare i poteri di vigilanza da parte delle Autorità competenti che potranno comminare sanzioni più elevate e farsi restituire dagli operatori le somme indebitamente percepite, in caso di violazione dell'obbligo di cadenza mensile e a limitare, infine, la possibilità che hanno le aziende di comunicazione elettronica, di modificare unilateralmente le condizioni contrattuali, a meno che non ci si trovi in presenza di un giustificato motivo.
L’emendamento prevede sanzioni fino a 5 milioni di euro, contempla anche un indennizzo forfettario, non inferiore a 50 euro, per ogni utente che ha subito la fatturazione illegittima.
Da quando nel 2015-2016 è stata adottata la fatturazione a 28 giorni, il consumatore si è ritrovato a dover pagare 13 mensilità invece che 12, con un aumento dei prezzi dell'8,7%.
Le modifiche, secondo le parole del Ministro Calenda, saranno comunque “pro futuro”, pertanto il pregresso non verrebbe interessato dalla norma, in quanto afferma che: “Su quest’ultimo decide l’Authority”.
Ma il danno subito dagli utenti rimane enorme, pari a 1,19 miliardi di euro nel 2016 solo per la telefonia fissa e gli abbonamenti sim.
Codici ritiene incoraggianti le parole del Ministro Calenda, ma si augura che l’impegno del Governo in commissione sia a sostegno dell’emendamento; temiamo, infatti, certe permeabilità che rischiano di diluire la norma al Senato.


Dott.ssa Carla Pillitu,
Ufficio Stampa CODICI
Cell. 340.0584752
Email: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo.
Tel. 06.55301808 Fax. 06.55307081

codici-dacci-il-5