L’elisoccorso come un taxi, CODICI: basta con la sanità ad uso dei potenti - Spazioconsumatori

In tempi di crisi aumentano i bollettini

Tg economia

TG Economia del 31 agosto 2015

In questo Tg:

- Pagate con i bollettini postali?
- Ancora malasanità in Calabria
- Crisi borsa cinese. Quali gli effetti sull'economia mondiale?
- Acqua minerale e arsenico.

Federica Angeli: mafia nell'antimafia?

Che fine fanno i rifiuti radioattivi?

Codici, partecipazione alle decisioni delle amministrazioni comunali

Offerte telefoniche ricaricabili. La promozione passa da 30 a 28 giorni

Sky vs Mediaset. Prezzi a confronto

L'Agcom si sveglia sempre troppo tardi

Ti fidi di google?

Ecco la nuova riforma : Meno consumi e più paghi!

Amazon diventa una banca: arriva landing

elicottero 2

 

L’Associazione chiede sanzioni per il direttore Marchese. Annuncia inoltre un esposto alla Procura di Palermo e un accesso agli atti per individuare le responsabilità

 



Palermo, 17 febbraio 2015 – Solo qualche giorno fa una neonata a Catania e un bambino a Trapani sono morti per colpa di una catena di negligenze. Oggi la malasanità siciliana torna a far parlare di sé con un fatto avvenuto a gennaio, venuto alla luce solo ora. Da quanto si apprende dagli organi di stampa, l’attuale direttore del servizio 118 di Palermo, Gaetano Marchese, mentre era in Sardegna si è sentito male accusando un dolore al petto. I sanitari di Alghero, a questo punto,  gli diagnosticano un aneurisma e provvedono al trasferimento nel centro di cardiochirurgia di Sassari. Il paziente però avrebbe rifiutato il ricovero preferendo chiamare invece la centrale operativa di Palermo che lui stesso dirige per chiedere l'intervento di un elicottero e trasportarlo all’Ismett del capoluogo siciliano.

“E’ una storia che fa rabbrividire – commentano Ivano Giacomelli, Segretario Nazionale di CODICI e Manfredi Zammataro, Segretario CODICI Sicilia -  soprattutto per il messaggio che trasmette: chi conta, chi è a capo di un servizio così importante per la collettività, ha un accesso immediato ai soccorsi. Chi invece non ricopre un ruolo apicale deve aspettare, a volte pagando anche con la propria vita”.

“Da quanto emerso, sembrerebbe che Marchese abbia usato l’elisoccorso come se fosse stato un taxi – proseguono i due responsabili di CODICI – per questo chiediamo che il comportamento venga sanzionato”.

“Vogliamo inoltre vederci chiaro su questa vicenda e per tale ragione presenteremo un accesso agli atti al 118 per capire in quanti altri casi che riguardano comuni cittadini l'elisoccorso del 118 è intervenuto fuori Regione ed infine presenteremo un esposto alla procura di Palermo”.

 

In viaggio per vedere sua figlia

Questa non è tua figlia, la storia di un padre rinnegato

Sicurezza delle scuole. Codici lancia la campagna: " Abbiamo già iniziato."

Roberta, una mamma che lotta per riabbracciare i suoi figli

Papà non ti voglio più

Che fine fanno i rifiuti radioattivi?

Atac: un'azienda al collasso

Virus Xylella. Commissario Ue:"Abbattere tutti gli ulivi infetti."

Le associazioni dei consumatori favorevoli a Uber

Roma in balia dei writers

Dalle Regioni

Calabria. SS106, la strada...

Verità per Valeria

Palermo chiama Italia 2015:...

I Video più visti

"Io la mia vita non me la...

Gas e luce cosa fare se la...

Alessandra, una vita distrutta