Idee ingegnose per un futuro a impatto zero

Vota questo articolo
(0 Voti)

Ci sono moltissime persone brillanti nel mondo che ogni giorno mettono a disposizione il loro ingegno e la loro motivazione al servizio delle società e dell'ambiente.

Sono persone che pensano fuori dagli schemi, hanno una visione ampia e trovano soluzioni che fanno avvicinare sempre di più quel futuro a impatto zero che noi tutti sognamo. Ogni individuo dovrebbe lasciarsi ispirare da persone simili e dalle loro invenzioni, vediamo qualche esempio.

Per prima cosa, occoredire che il riciclaggio é uno dei punti fondamentali per essere sostenibili e più che un'idea, rappresenta una necesittà che richiede l'impegno e la partecipazione di tutti quanti affinchè possa diventare un gesto quotidiano scontato da fare. Moltissimi dei prodotti che usiamo tutti i giorni possono avere nuova vita e nuovi utilizzi, anche quelli più sorprendenti. Un utilizzo bizzarro ma indubbiamente sorprendente é l'invenzione Blest Machine, un elettrodomestico trasportabile in grado di trasformare la plastica in carburante. L'idea, venuta ad una società giapponese, è nata dalla semplice constatazione che la plastica è composta da olio e che quindi deve poter tornare al suo stato originario: tale dispositivo riesce a trasformare 1 kg di plastica in un litro di carburante.

Un'altra invenzione interessante si chiama Ooho, una specie di membrana di plastica biodegradabile che potrebbe sostituire le bottigliette d’acqua. Si tratta di una plastica interamente commestibile dato che é il risultato di una miscela di alghe brune e cloruro di calcio, che permetterebbe di eliminare uno dei materiali più comunemente usati nel mondo e anche tra i più inquinanti.

Per quanto riguarda la luce solare, é un'energia che ha zero impatti ed é ricavabile da quasi ogni punto del pianeta e sono moltissime le persone che ormai utilizzano esclusivamente energia ricavata grazie ai pannelli fotovoltaici. Non solo sono una fonte di energia pulita, ma possono contribuire a ridurre i costi energetici delle case, inoltre sono facili da installare e si può ottenere il massimo del funzionamento. C'è chi ha fatto letteralmente prendere il volo a questo tipo di energia, come l'aereo Solar Impulse, il primo prototipo di aereo fotovoltaico, nato dopo un lungo lavoro di 7 anni, per mezzo di un progetto che ha coinvolto 70 persone e 80 imprese.
Per chi non volesse usare il fotovoltaico, sarebbe almeno opportuno scegliere delle lampadine a risparmio energetico o quelle a led che arrivano da utilizzare il 75% di energia in meno, ottimo sia per l'ambiente che per i consumi.

Se volessimo citare un progetto ecosostenibile, tutto italiano, ci sarebbe sicuramente WarkaWater, progetto che potrebbe rivelarsi decisivo per risolvere il problema della mancanza di acqua nelle zone dove c’è siccità o si sono verificati disastri naturali. L'idea dell'architetto Arturo Vittori e del collega Andreas Vogler é quella di raccogliere l'acqua tramite la condensazione dell'aria.

Se tutte o almeno qualcuna di queste idee ingegnose entrassero nella nostra quotidianità, sarebbe il segnale che qualcosa sta effettivamente cambiando. Il segnale che un nuovo futuro sia possibile.