Venerdì, 17 Maggio 2019 12:45

GSE, consumi energetici sempre più rinnovabili

Vota questo articolo
(0 Voti)
Il Gestore Servizi Energetici ha presentato mercoledì scorso a Roma l'ultimo "Rapporto Attività 2018".
Dal documento emerge che l'Italia ha raggiunto il 18,1% del fabbisogno energetico totale da rinnovabili e il 34,4% di consumi di energia elettrica coperti da impianti di produzione a fonti rinnovabili: ciò significa che ogni 10 kWh prodotti in Italia, più di 3 sono verdi.

Rispetto al 2017 la produzione di energia elettrica proveniente da rinnovabili è icrementata di 11 Twh, grazie a una potenza di 54,4 Gw proveniente da 800.000 impianti che a loro volta hanno generato 114,7 TWh di energia elettrica.

Sempre secondo il Rapporto, i costi sostenuti nel 2018 dal GSE per l'incentivazione e il ritiro dell'energia elettrica sono stati di 13,4 miliardi di euro, in calo rispetto ai 14,2 miliardi di euro del 2017, per via del termine del periodo incentivante di impianti ex-Cv (certificati verdi) e Cip6, oltre che per una minor produzione fotovoltaica.

Inoltre, nel 2018 le attività del Gse hanno consentito di destinare alla promozione della sostenibilità energetica circa 15,4 miliardi di euro, di cui 11,6 miliardi per l'incentivazione della provenienza di elettricità da fonti rinnovabili, 1,7 miliardi relativi a interventi di efficienza energetica e rinnovabili termiche, 600 milioni per i biocarburanti e 1,4 miliardi riconducibili ai proventi derivanti dall'Ets (Emission Trading Scheme). A livello di impatto ambientale quindi, le attività portate avanti dal Gestore hanno consentito nello scorso anno di risparmiare 45 milioni di tonnellate di CO2 e quasi 117 milioni di barili equivalenti di petrolio.

Inoltre, le iniziative supportate dal Gse hanno impiegato 45.000 occupati a tempo pieno.

L'impegno a favore della sostenibilità da parte del Gestore Servizi Energitici è importante sia per il raggiungimento degli obiettivi che mirano a un ambiente migliore per le generazioni future, sia per le nuove opportunità di lavoro che possono derivare da queste iniziative.

Livia Niccoli
codici-dacci-il-5