Un ritorno alla normalità, quella in cui i romani sono tartassati.

Pubblicato in Trasporti
L’associazione Codici condivide e rilancia l’appello per la riapertura dell’ospedale Forlanini di Roma.


Un’ipotesi caldeggiata anche dall’ex primario in pensione Massimo Martelli. Un parere importante, che arriva da un esperto e che dimostra che l’operazione è fattibile e necessaria.

L'opportunità Forlanini 

“Sarebbe una risposta importante all’emergenza – dichiara l’avvocato Ivano Giacomelli, Segretario Nazionale di Codici – ed una soluzione valida a livello logistico, considerando la vicinanza allo Spallanzani. Prima di diventare un rifugio per senzatetto e tossici, il Forlanini era un’eccellenza della sanità laziale. Alcune parti sono abbandonate, è vero, ma altre possono essere riqualificate. Non ci interessano le polemiche politiche, questo è il momento dei fatti e siamo convinti che quella del Forlanini sia un’opportunità da sfruttare”. 

L'allarme Ciociaria

Anche perché la situazione nel Lazio è a rischio. Lo dimostra l’allarme che arriva dalla Ciociaria. “Il modello che ha funzionato contro questa malattia – afferma l'avvocato Giammarco Florenzani, Segretario di Codici Frosinone – è il modello Veneto, che è quello usato dalla Corea Del Sud. Pur essendo zona focolaio, oggi il Veneto riscontra meno di 100 decessi. Ha puntato sulla prevenzione facendo i tamponi a tutti i casi a rischio ed in questo modo non solo è riuscito ad isolare la malattia, ma ha anche salvato vite poiché non si possono lasciare malati a casa per molti giorni con la febbre a 40, senza cure e solo con la Tachipirina. È una responsabilità gravissima verso i malati. Il costo di un tampone è di 30 euro. Investire oggi sulla prevenzione significa evitare non solo maggiori decessi, ma anche che tanti vadano in terapia intensiva con maggiori costi e stress per il sistema ospedaliero. Per questo chiediamo alle Asl ed alla Regione Lazio di effettuare i tamponi subito a tutti i casi a rischio. Nella nostra provincia i tamponi sono pochissimi, ma crediamo che 30 euro sia un costo sostenibile, una spesa fattibile e necessaria vista l'emergenza”.
Pubblicato in Sanità

Prima il rinvio della partenza senza preavviso, poi la cancellazione del volo, quindi l'acquisto di un altro biglietto per poter tornare finalmente a casa, con circa 23 ore di ritardo.

Pubblicato in Trasporti

Bonifica del “canalone”, delocalizzazione degli autodemolitori regolari e sgombero di quelli abusivi.

Pubblicato in Ambiente

Un esposto alla Procura. È l'iniziativa immediata adottata dall'associazione Codici sulla scia del servizio trasmesso questa mattina a Buongiorno Regione Lazio sulla situazione di grave pericolo nel parco di Centocelle a Roma.

Pubblicato in Ambiente

Un'iniziativa per mettere un freno alle multe selvagge nella capitale. È quella lanciata dall'associazione Codici, che ha deciso di prendere una posizione forte nei confronti degli ausiliari del traffico per tutelare i romani da eventuali abusi.

Pubblicato in Trasporti
Anche il consiglio comunale ha certificato il fallimento della politica di Virginia Raggi sul tema rifiuti.

Pubblicato in Rifiuti
Carte e documenti delle inchieste e delle azioni che Codici sta portando avanti nel campo della legalità, in cui è impegnata a contrastare le nuove mafie che si stanno infiltrando in maniera sempre più forte nel tessuto romano.

Pubblicato in Cronaca
L'Associazione Codici interviene in merito all'inchiesta della Procura di Roma culminata con gli arresti domiciliari di tre persone, ritenute responsabili a vario titolo di un sospetto giro di corruzione finalizzato all'assunzione di un commercialista presso una clinica privata con un incarico da 250 mila euro.

Pubblicato in Cronaca
Pagina 1 di 13
codici-dacci-il-5