Martedì, 09 Giugno 2015 12:45

Affari da cani: CODICI chiede al pm di fare accertamenti

Vota questo articolo
(0 Voti)
L’ombra di Mafia Capitale sulla gestione delle strutture per gli animali. Confermati i dubbi dell’Associazione sulla partecipazione di Buzzi al bando
 
Roma 9 giugno, 2015 – L’anomalia era saltata subito all’occhio di CODICI: come era possibile includere fra i soggetti rispondenti ai criteri per la gestione dei canili romani anche la cooperativa 29 giugno?
Oggi oggetto dell’indagine della magistratura, la coop, comandata da Salvatore Buzzi, si proponeva, in risposta a un bando di gara indetto dal comune oltre un anno fa, quale soggetto in regola per amministrare quattro strutture (Muratella, San Paolo, Marconi e Vitinia).
 
A far gola era certamente non l’amore verso gli animali ma l’ammontare del lavoro: intorno ai 3 milioni di euro.
 
“La nostra associazione ha denunciato più volte la scandalosa amministrazione dei canili. Inoltre era sembrato improbabile fin da subito il riconoscimento della 29 giugno da parte di Roma Capitale. Abbiamo inoltre sollevato forti critiche anche sugli stipendi molto elevati tuttora erogati a chi gestisce gli animali. La nostra Associazione ha fatto richiesta alla Procura di riconoscimento come parte offesa e certamente chiederà un chiarimento anche su questa vicenda in cui vanno esplicitate le responsabilità di una amministrazione che ha equiparato la cooperativa di Buzzi a quella di altri soggetti in regola”, critica Ivano Giacomelli Segretario Nazionale CODICI.

Va detto che sebbene Roma Capitale abbia sospeso la gara a dicembre ma nel frattempo non ha provveduto a pubblicare nessun nuovo bando, perseverando in una condizione paradossale in cui le strutture sono fuori norma (per questo motivo – tra le altre cose – non è possibile indire una gara internazionale) e a beneficiare della pioggia di soldi per la gestione è un unico soggetto, l’AVCPP, in virtù di un affidamento diretto che dura da anni.
 
“Infine chiediamo nuovamente all’assessore all’Ambiente Estella Marino di chiarire riguardo l’appalto di ristrutturazione del canile di Ponte Marconi. Un lavoro da 900 mila euro di cui Roma Capitale non si è mai premurata di dare spiegazioni”, conclude Giacomelli.

Il principio attivo di Comprare Kamagra è stato originariamente sviluppato come un medicamento per il trattamento dell'angina pectoris.

codici-dacci-il-5