Mercoledì, 20 Settembre 2017 07:35

Voglio Papà: Ennesima storia di un padre separato costretto a vivere in povertà Vive in un camper da sei anni ed è stato cancellato dall'anagrafe

Vota questo articolo
(2 Voti)
Codici: il Comune intervenga a sostegno di questo padre

Ha dovuto rinunciare alla sua casa e ad un tetto per garantire alla ex moglie e alla figlia l'assegno di mantenimento.


E' l'ennesima storia di un padre che, in seguito alla separazione, si trova faccia a faccia con la povertà e decide di vivere in un camper, limitando così le spese per l'alloggio.

La separazione porta con sè una serie di difficoltà che gravano quasi totalmente sul padre, costretto a versare cifre altissime per il mantenimento e, soprattutto, a vivere lontano dai suoi figli, in alloggi di fortuna o in macchina. Si entra in un vortice che sembra non avere soluzione, i problemi economici, le difficoltà personali, il lavoro che scarseggia.

Il padre in questione deve, in più, fronteggiare un problema che rischia di peggiorare ulteriormente le cose: da quando ha deciso di vivere in un camper per poter continuare a sostenere la figlia, non ha più una residenza. Il Comune di Cecina, infatti, lo ha cancellato dall'anagrafe e da tre anni non riesce a venire a capo della situazione.

L'uomo è un artigiano e riesce a vivere del suo lavoro senza chiedere aiuti a nessuno. Il settore, come molti altri, è ormai saturo e questo padre ha acquistato un macchinario che gli permetta di differenziarsi e poter vendere i suoi prodotti, ma per poterlo utilizzare ha la necessità di aprire una partita Iva. Ma non può farlo senza una residenza. E non ha nessuna intenzione di trasferirsi perché vuole vivere il più possibile vicino a sua figlia.

E' impensabile che questo signore, già in difficoltà economica e familiare, non venga messo in condizioni di fare il proprio lavoro. Sono tre anni che chiede chiarimenti al Comune, ma dall'anagrafe non riceve alcuna risposta.

L'Associazione Codici chiede al Comune di Cecina di intervenire per permettere a questo padre di continuare ad esserlo facendo fronte alle sue responsabilità ma in maniera dignitosa.

Rimaniamo inoltre a disposizione per le vostre segnalazioni ai seguenti link:

http://codici.org/voglio-papa.html

http://codici.org/le-rubriche/legalita/codici-campagna-voglio-papa-la-via-europea-alla-giustizia-dei-padri.html

http://codici.org/component/k2/codici-denuncia-la-distorsione-delle-consulenze-tecniche-in-tema-di-separazione-dei-genitori-ed-affidamento-dei-figli-e-i-suggerimenti-degli-studi-legali-il-consiglio-superiore-della-magistratura-intervenga.html

codici-dacci-il-5