Venerdì, 16 Dicembre 2016 14:57

Il business della bontà: falsa beneficenza porta a porta. Attenzione alle donazioni indirette

Vota questo articolo
(0 Voti)
Hanno suonato alla porta e si sono presentati dei signori ben vestiti che raccolgono fondi per questa o quella associazione? Vi fermano per strada, chiedendo un contributo?
Bene, augurate loro buon Natale, ma non sganciate un euro. Anzi, telefonate all’associazione in questione e chiedete numi.

E' questa, infatti, una nuova prassi che si sta diffodendo col Natale ormai alle porte. Un'alternativa al classico regalo. Un'idea allettante, ma che nella maggioranza dei casi è certamente una truffa.

L' Associazione Codici invita tutti i consumatori a tenere ben aperti gli occhi. Diffidate da richieste di denaro pressanti o poco chiare, pretendete di vedere il materiale riguardante l’associazione e gli obiettivi della stessa e, se ricevete un rifiuto, abbandonate. Datevi tempo, fatevi lasciare tutto il materiale relativo all’organizzazione, all’iniziativa da finanziare e chiedete le generalità della persona che la propone o riferite che deciderete con calma dopo aver effettuato tutte le verifiche necessarie.

Codici resta a disposizione di tutti i cittadini che vogliano inviare segnalazioni o chiedere informazioni, all'indirizzo Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo. o al numero 06.5571996.

codici-dacci-il-5