Mercoledì, 23 Dicembre 2015 14:16

Sconcertante decisione della Cassazione che annulla il principio di bigenitorialità nelle coppie separate!

Vota questo articolo
(6 Voti)
CODICI : Ci rivolgiamo all’Europa affinchè si apra una procedura d’infrazione nei confronti delll’Italia.

Con una sconcertante decisione della Cassazione Sez. VI civile, annulla il principio di bi genitorialità nelle coppie separate, si torna indietro di 20 anni alle famiglie monogenitoriali. Si tratta di una palese ed ingiustificata violazione del diritto vigente!

Ecco l’ennesima spallata al diritto che la Cassazione realizza in tema di coppie che si separano, affermando che l’affidamento alternato volto ad un regime paritetico teso alla bigenitorialità, così come chiesto dal padre,  che vuole svolgere il suo ruolo di genitore e non di mero visitatore, non risponde all’interesse del minore , mentre risponderebbe secondo loro all’interesse del minore “alla luce delle preminenti esigenze di stabilità dell'habitat domestico del minore e del diritto di avere un rapporto assiduo con il genitore collocatario “……. con buona pace del diritto, sancito per legge , alla bi-genitorialità da parte del minore.

Al di là delle pomposità dei termini utilizzati , la sostanza della decisione la si può scorgere nell’ottuso orientamento della Suprema Corte che tende a “penalizzare” il padre quando i genitori separati litigano.

E’ l’anacronistica ricerca di ricostruire un modello di famiglia legato ai primi anni del 900 mentre non si sono accorti che il II° millennio è cambiato ed ha cambiato molte cose, tra cui l’essere genitore separato.

In questo come in altri casi, la Cassazione , nell’autocelebrazione di se stessa , continua a creare Nuovi Orfani perché impedisce al padre di essere un genitore mentre avalla comportamenti violenti e speculativi della madre, che sa di godere di un potere, oggi assoluto, sul figlio come arma di ricatto verso il padre non collocatario.

Ivano Giacomelli di Codici, commenta inorridito, “Rimaniamo  a dir poco basiti dell’ennesimo strafalcione della Cassazione che deborda dalle sue funzioni; invece di applicare le leggi le abroga!” e continua “Data la scioccante decisione, si rende necessario e tempestivo un intervento della politica affinchè il principio di bi genitorialità diventi preminente nei fatti e non rimanga una mera dichiarazione di principio contenuto nel codice civile.”

Con questa decisione si è oltrepassati il limite, Codici avvierà una formale contestazione alla UE affinche si attivi una procedura di infrazione nei confronti dell’Italia per l’aggiramento e disapplicazione da oltre un decennio  del principio di bigenitorialità .







codici-dacci-il-5