Martedì, 28 Marzo 2017 10:52

“Smartflower”: l’impianto fotovoltaico “girasole”che produce il 40% di energia in più

Vota questo articolo
(0 Voti)
Lo “Smartflower”, è un innovativo impianto fotovoltaico ideato e realizzato da Alexander Seatek.

E’ una sorta di fiore meccanico “intelligente”, che si comporta proprio come un girasole: al tramonto o in condizioni di forte vento, per evitare danneggiamenti, i suoi petali restano in posizione di riposo, ma all’alba, si riaprono automaticamente, a ventaglio, e formano una corolla che segue i raggi del sole, li incamera e li trasforma in preziosa energia elettrica pulita. Anche in presenza di tempo nuvoloso, però, il “fiore” hi-tech è in grado di svolgere la sua funzione.

E’ un sistema che produce il 40% di energia in più, rispetto agli altri conformi alla tradizione. L’intera superficie dei moduli solari raggiunge i 18 metri quadrati, che possono essere installati, senza disturbare troppo l’ambiente, sia nei centri urbani, che nelle località di campagna.
Per una famiglia europea, è prevista una produzione media di circa 4mila kWh, ogni anno. Inoltre, dato che il grado di autoconsumo arriva al 60%, mentre si fermerebbe al 30 con i sistemi tradizionali, lo “Smartflower” promette di raggiungere un grado di autoconsumo pari al doppio dei classici impianti installati sui tetti.