Martedì, 15 Maggio 2018 09:11

Fino a quando sarà possibile presentare una dichiarazione di successione cartacea, utilizzando la vecchia modulistica?

Vota questo articolo
(0 Voti)

Accorgimenti per presentare le documentazioni ed alternative all'invio telematico.


 
Dal 23 gennaio 2017, con riferimento alle successioni aperte a decorrere dal 3 ottobre 2006, è utilizzabile il nuovo modello di dichiarazione di successione online (approvato con il provvedimento del 27 dicembre 2016), grazie al quale è possibile compilare e trasmettere la dichiarazione attraverso un percorso guidato, assolvere gli obblighi tributari, calcolare le imposte ipotecarie, catastali e i tributi speciali da versare in autoliquidazione, mediante addebito diretto sul proprio conto corrente o su quello dell’intermediario, nonché richiedere le volture catastali degli immobili, che vengono eseguite automaticamente sulla base di quanto dichiarato, senza dover compiere ulteriori adempimenti.


Nuove versioni del modello sono state approvate con i provvedimenti del 15 giugno 2017 e del 28 dicembre 2017. In alternativa all’invio telematico, fino al 31 dicembre 2018 sarà comunque possibile utilizzare la vecchia modulistica cartacea (modello 4). Si ricorda, infine, che per le successioni aperte prima del 3 ottobre 2006 (nonché per le dichiarazioni integrative, sostitutive o modificative di una dichiarazione presentata con il modello 4), deve necessariamente essere utilizzato lo stesso modello 4, seguendo le relative modalità di presentazione.


Si ricorda, invece, con la nuova versione del modello, a seguito del pagamento dell’imposta di bollo e dei tributi speciali, è possibile richiedere il rilascio di un’attestazione di avvenuta presentazione della dichiarazione di successione telematica. L’attestazione, in formato PDF, è munita di apposito contrassegno (cosiddetto glifo), di un codice identificativo del documento e di un Codice di Verifica del Documento (CVD), tramite i quali è possibile verificare sul sito dell’Agenzia delle entrate l’originalità del documento stesso.

La predetta attestazione è resa disponibile all’utente che ha trasmesso il modello dichiarativo tramite i servizi telematici dell’Agenzia delle entrate, successivamente alla verifica del versamento e della regolarità della dichiarazione.

Il provvedimento approva il modello per la dichiarazione di successione e domanda di volture catastali, le relative istruzioni per la compilazione e le specifiche tecniche per la trasmissione in via telematica. Il nuovo modello sostituisce quello approvato dal provvedimento del Direttore dell’Agenzia delle entrate del 15 giugno 2017 e potrà essere utilizzato a far data dal 15 marzo 2018.

La versione aggiornata del modello recepisce le nuove disposizioni in materia di agevolazione per l’acquisto della prima casa e di immobili inagibili a causa di eventi sismici recate dal decreto-legge 20 giugno 2017, n. 91, convertito, con modificazioni, dalla legge 3 agosto 2017, n. 123.

Fonte: Fisco Oggi, Rivista Telematica dell'Agenzia delle Entrate - articolo di Gennaro Napolitano