L'Fmi ha ribassato le stime di crescita per l’Italia, con incremento atteso del Pil allo 0,6% nel 2019. 

La globalizzazione del sistema economico ha reso smisurata la domanda di lavoro; l'automazione dei processi produttivi ne ha ridotto l'offerta.

Ci risiamo, l’Isae riferisce i malumori che si intravvedono oggi e che possono infettare il domani, la fiducia delle imprese torna a scendere.